News

La (discutibile) distinzione tra rifugiati e migranti

Con il suo articolo “La (discutibile) distinzione tra rifugiati e migranti”, pubblicato sul Corriere della Sera il 19 giugno 2018, Donatella Di Cesare pone l’accento su due parole cariche di sostanza, al centro dell’attuale dibattito politico. “Rifugiato” è colui che scappa da una situazione di guerra o persecuzione, il cui status è riconosciuto dalla Convenzione di Ginevra del 1951. Nell'immaginario il “rifugiato” porta con sé un mondo di significati che lo rendono “positivo”, “accettabile”. Il “migrante”, invece, non ha uno status riconosciuto, è un termine più generico e divenuto inquietante per l’immaginario pubblico, il più povero fra i poveri, a volte confondendosi con un potenziale “nemico subdolo”. Insomma, il “migrante” evoca un concetto di minaccia. Consigliamo vivamente l’articolo della Di Cesare, perché fa riflettere su come questa distinzione terminologica sia fuorviante e, ormai, superata. Chi scappa da situazioni di povertà, peraltro causate spesso da sfruttamento e crisi finanziarie di cui siamo tutti corresponsabili, non ha meno dignità di chi è definito “rifugiato”. Fonte: www.corriere.it

Inter e Fiorentina in campo per l’integrazione

Inter Campus e Fiorentina Camp si uniscono all’Osservatorio Internazionale per la Salute Onlus e a Beyond Lampedusa Onlus a sostegno di minori stranieri non accompagnati e bambini provenienti da contesti disagiati 25 giugno 2018 - Fiorentina Camp e Inter Campus collaboreranno a Palermo per promuovere l’integrazione e l’educazione di bambini italiani e stranieri provenienti da situazioni di vulnerabilità, minori che vivono in Case Famiglia e migranti non accompagnati. A pochi giorni dalla Giornata Mondiale del Rifugiato, i due Club uniranno le forze: il calcio come strumento sociale e di prima accoglienza.

Cercasi Coordinatore/trice Educativo/a full time per progetto “Il Giardino di Palermo”

L’Associazione Beyond Lampedusa Onlus, in partenariato con l’Osservatorio Internazionale per la Salute Onlus (OIS) e con associazioni locali, coordinerà il progetto “IL GIARDINO di Palermo”. L’obiettivo del progetto consiste nell'ampliare le opportunità educative e di integrazione offerte ai minori stranieri non accompagnati (MSNA) e ai bambini provenienti da contesti disagiati nella città di Palermo, in Sicilia. In tal senso, il progetto offrirà spazi e attività aggregative e ludico-ricreative per bambini ed adolescenti tra i 5 e i 18 anni. Particolare risalto sarà dato allo sport quale veicolo di aggregazione nonché di costruzione di valori positivi quali il confronto, l’amicizia, la solidarietà, l’ascolto, la disciplina e il rispetto reciproco.

“STORIE CONTROCORRENTE: come l’Europa può creare buone pratiche di inclusione dei migranti” 21-23 maggio 2018, Siracusa

Il Center for Migration dell’Ortygia Business School organizza il primo evento del progetto OVERSTO-Storie controcorrente: come l’Europa può creare buone pratiche di inclusione dei migranti, un progetto della durata di 2 anni co-finanziato dal Programma Erasmus + della Unione Europea. Il primo evento è organizzato in collaborazione con l’Istituto Affari Globali della London School of Economics (LSE IGA) e il network ALUM (Alleanza delle università leader sul tema delle migrazioni) di cui Ortygia Business School è membro associato, e si sviluppa in tre parti: Focus sulla Libia Conferenza Accademica sui flussi migratori Dialogo sull’Europa con i cittadini