Osservatorio Internazionale per la Salute Onlus


OIS è una associazione senza scopo di lucro, aconfessionale e apolitica, dedicata al benessere quotidiano dei cittadini italiani e stranieri per promuoverne un corretto stile di vita, con un occhio sempre puntato ai principali cambiamenti socio-culturali in atto.


OIS opera attraverso un ascolto costante delle istituzioni, dei medici e delle loro istanze, dei cittadini e delle altre organizzazioni di settore. Oltre alla ricerca e all’azione, OIS si adopera per fornire alle Istituzioni informazioni e dati sempre aggiornati per aiutarle a prendere le decisioni migliori.


Procedura OIS

ASCOLTO
COSTANTE
DEI MEDICI

Procedura OIS

CONDIVISIONE
DEI DATI CON
LE ISTITUZIONI

Procedura OIS

PROMOZIONE
DEL BENESSERE
DEI CITTADINI

Procedura OIS
Procedura OIS

Analisi rigorose
per leggere il mondo correttamente

In ogni ricerca definiamo il disegno insieme al committente, comprendendone le esigenze e stabilendo insieme i criteri scientifici che guideranno l’indagine. Per la progettazione, la raccolta, l’elaborazione e l’analisi dei dati, utilizziamo approcci qualitativi e quantitativi.

Le analisi qualitative consentono di investigare approfonditamente fenomeni complessi attraverso approcci multidisciplinari, ricorrendo a tecniche cognitive e creative e a molteplici strumenti di rilevazione selezionati in base alla loro capacità di cogliere le caratteristiche più significative dell’oggetto di studio.

Le analisi quantitative sono fondate sull’applicazione di metodi statistici e consentono di trattare quantità anche molto elevate di unità di analisi e di variabili ad esse collegate attraverso la costruzione di campioni rappresentativi e la somministrazione di questionari.


Prendendo spunto dal forte profilo di impegno sociale emerso da un sondaggio sui giovani medici italiani, i risultati del quale sono consultabili qui, si è andato delineando il nostro nuovo progetto Sanità di Frontiera. La ricerca-azione si sposta quindi sul campo per stabilire una presenza costante di medici e operatori sanitari in quelle terre dove i fenomeni migratori sono più importanti.